Gruppo Progetto Città

Gruppo Progetto Città

Il Gruppo di ricerca «Progetto Città» è un’iniziativa promossa dal Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario, coordinata dai Professori Filippo Pizzolato, Antonino Scalone e Fabio Corvaja. L’iniziativa si iscrive nelle attività promosse dal Dipartimento con l’istituzione di un «Osservatorio sulle fonti».

Si tratta di un luogo informale e aperto di confronto, in stile seminariale, e di ricerca comune su temi che attengono al diritto pubblico, ma che intersecano altri ambiti, giuridici e non.  Al Gruppo partecipano infatti docenti, ricercatori e studiosi del diritto pubblico, ma anche di altre discipline (urbanisti, filosofi, ecc…).

Il Gruppo Progetto Città seguirà, per conto del Dipartimento di Diritto Pubblico, i compiti di monitoraggio, studio, formazione e proposta sul tema del riordino della partecipazione e del decentramento comunale, oggetto di una convenzione – in corso di definizione - con il Comune di Padova.

Nell’anno accademico 2018-2019 il Gruppo è stato costituito e ha posto come tema della propria riflessione seminariale il rapporto tra città e partecipazione.

Gli esiti di questo lavoro seminariale saranno oggetto di una pubblicazione, prevista per la fine del 2019 nella collana del Dipartimento di diritto pubblico.

  Contenuti

Al centro delle riflessioni del Gruppo si pone il tema della città, come dimensione della democrazia e del diritto.  L’ipotesi – non certo un’ideologia - che muove e anima queste riflessioni è che, anche alla luce della Costituzione italiana, la città costituisca un livello qualificante della democrazia costituzionale, nonché in forza del tessuto di relazioni che la anima, una dimensione fondativa del diritto, quando sia interpretato come ordinamento dei rapporti sociali. La città è dunque analizzata sia come ambito territoriale di relazioni sociali e istituzionali, sia come specifico livello istituzionale - il Comune - che di quella comunità territoriale dovrebbe essere l’ente esponenziale di riferimento.

In tempi di discussa, e ambigua, crisi democratica (che va dalla delegittimazione delle istituzioni rappresentative al discredito per la democrazia in quanto tale) e di ricorrente tentazione di semplificazione, l’attenzione alla città consente di rimettere al centro la prospettiva della partecipazione e delle autonomie sociali e istituzionali. Tale prospettiva si iscrive con piena coerenza dentro l’orizzonte costituzionale, di cui anzi rappresenta una prospettiva qualificante e mai pienamente attuata. La democrazia costituzionale, fondata sul lavoro, è infatti affidata a una partecipazione feriale dei cittadini e delle formazioni sociali che trova nella dimensione cittadina un luogo privilegiato e perfino seminale di svolgimento e di promozione.

Al contempo, la partecipazione – spesso invocata come rimedio - prende non di rado forme affidate a uno strumento polarizzante e deresponsabilizzante, e cioè la rete telematica, sia nella costruzione e nell’animazione della sfera pubblica, sia come luogo dell’assunzione delle decisioni. Il richiamo alla città significa riconoscimento di una partecipazione «incarnata» e vivificata da un sistema di relazioni e di legami personali. 

  Calendario

17.4.2018: Costituzione del gruppo

 

16.5.2018: La città tra rappresentanza e partecipazione (introduzione di A. Scalone)

 

6.6.2018: Gli strumenti della partecipazione comunale e dell’urbanistica (introduzione di F. Pizzolato e C. Santacroce)

 

11.9.2018: I referendum locali (introduzione di A. Ambrosi)

18.10.2018: La città come dimensione del diritto e della democrazia (convegno con relatore il giuspubblicista francese J.B. Auby, autore di Droit de la ville. Du fonctionnement juridique des villes au droit à la Ville, LexisNexis, Paris 2016).

 

27.11.2018: Le città come soggetti istituenti della Repubblica delle autonomie: la riforma delle Province e i CAL (introduzione di C. Benetazzo e F. Pizzolato)

 

29.1.2019: La cittadinanza amministrativa (introduzione di F. Corvaja)

 

26.2.2019: Fondazioni filosofiche della città (introduzione di U. Curi)

 

Gli incontri, salva diversa specificazione, si tengono di norma nei locali del Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario, al Palazzo del Bo (II piano).

 

  Contatti ed info

Filippo Pizzolato  - filippo.pizzolato@unipd.it
Antonino Scalone - antonino.scalone@unipd.it
Fabio Corvaja - fabio.corvaja@unipd.it